L'assicurazione sanitaria indennitaria

Tra le quattro tipologie, l'assicurazione sanitaria indennitaria è quella che garantisce il miglior risultato per le situazioni di cura a lungo termine, come nel caso del ricovero.

Il meccanismo è semplice: per ogni giorno di ricovero la compagnia assicurativa eroga un indennizzo, o diaria.

E' bene precisare che per 'ricovero' si intende il soggiorno in un istituto ospedaliero nella forma tradizionale ma anche in Day hospital, così anche per intervento chirurgico in sede ambulatoriale e in sala opertatoria. La copertura è assicurata nel caso di ricovero a seguito di malattia, controlli, infortuni, interventi chirurgici e aborto terapeutico.

L'assicurazione sanitaria indennitaria rivela un'ottima capacità di integrazione con il Sistema Sanitario Nazionale; uno strumento in grado di completarlo. Un'esempio della funziona supplettiva dell'assicurazione indennitaria rispetto al SSN è la possibile gratuità, ove sia stato stabilito precedentemente nella polizza, degli esami diagnostici che il servizio pubblico offre a pagamento nella maggior parte dei casi. 

Per quanto riguarda gli interventi chirurgici, bisogna precisare che il tipo d'intervento deve essere specificato nella polizza. Non si può coprire genericamente la voce 'interventi chirurgici'. Ovviamente questo particolare ha ripercussioni  sull'entità del premio di copertura.

L'assicurazione sanitaria indennitaria presenta alcune clausole supplementari. Ecco quelle più diffuse: estensione dell'indennità al periodo di convalescenza; copertura spese per un'eventuale accompagnatore; maggiorazione della diaria in caso di ricoveri particolarmente disagevoli; raddoppio della diaria in caso di malattie oncologiche, ricoveri all'estero, cure intensive.

In definitiva, l'assicurazione sanitaria indennitaria è l'ideale per il paziente che vuole vivere in modo sereno la sua malattia, senza preoccuparsi del tempo che si passa a 'letto'. E si sa, il tempo è denaro...