Assicurazione sanitaria: cos'è

Un'assicurazione sanitaria è un'assicurazione che rientra nella categoria delle assicurazioni non obbligatorie. Nell'ambito specialistico e legale è indicata con termini diversi, come assicurazione malattia, assicurazione medica, polizza medica, polizza salute.

Il funzionamento di base è semplice e segue per linee generali i meccanismi di tutte le altre assicurazioni. Chi stipula la polizza paga una somma di denaro finalizzata che verrà restituita in varie forme (es. il rimborso spese) nel caso sopravvenga una patologia. Non tutte le patologie sono coinvolte nella copertura. Una di questa è l'Aids, ma rientrano nel novero nel novero delle malattie non soggette a coperture anche le patologie psichiatriche e quelle derivanti dall'assunzione di stupefacenti. 

Le assicurazioni sanitarie si dividono in due tipologie: le assicurazioni a indennità e le assicurazioni sanitarie "indennitarie" e le assicurazioni sanitarie "a rimborso spese". Nelle prime il cliente riceve un'indennità giornaliere per ogni giorno di ricovero presso un qualsiasi istituto ospedaliero. Nelle secondo riceverà una somma di denaro alla fine del ricovero e, più in generale, del processo di cura all'interno di una struttura. Questo argomento verrà trattato approfonditamente più avanti

Molti apparati statali offrono di per sé un sistema sanitario esteso a tutti i cittadini o ad una quota, più o meno consistente, di questi. Le assicurazioni sanitarie entrano in collisione con questi sistemi? Risultano superflui? La risposta è no: un'assicurazione sanitaria riveste un ruolo importante anche in presenza di sistemi sanitari nazionali ampi ed efficienti, offrendo l'opportunità di vivere serenamente, e al riparo da preoccupazione, il processo di guarigione e il periodo di degenza. Anche nei sistemi statali più virtuosi, infatti, permangono lacune siano. Questa materia verrà trattata approfonditamente più avanti.